Mese: ottobre 2011

Elezioni in Argentina : Plaza de Mayo si tinge ancora di rosa

Elezioni in Argentina : Plaza de Mayo si tinge ancora di rosa

Attualità
Il popolo argentino lo scorso 23 ottobre ha riconfermato alla presidenza del Paese Cristina Elisabet Fernández de Kirchner, avvocatessa, capo del partito “Frente por la victoria” -anima di sinistra del peronismo-, già eletta nel 2007, anno in cui era succeduta al marito defunto. La stragrande maggioranza degli Argentini chiamati alle urne le ha rinnovato la fiducia nonostante le polemiche dei partiti di estrema destra ,per i quali otto anni di governo-considerando anche il periodo che ha visto presidente il marito - rappresentano una dittatura. Il popolo ha voluto investire su una donna,che, a dispetto delle polemiche, ha lasciato la politica durante gli anni bui della dittatura per poi parteciparvi attivamente al ritorno della democrazia. L’esito schiacciante delle elezioni può essere
Gheddafi trucidato: gesto liberale?

Gheddafi trucidato: gesto liberale?

Dibattito
Fine ingloriosa o punizione meritata? È questa la domanda che più di tutte attraversa le nostre menti mentre guardiamo e riguardiamo le immagini cruenti della morte di Gheddafi. Non intendo soffermarmi sul bombardamento mediatico, sull’uso a volte di cattivo gusto dei mezzi di informazione, né sulle parole che saranno versate sicuramente nei talk- show della domenica pomeriggio; voglio sottolineare un filo rosso che sembra legare tutti ( o meglio quasi tutti) i dittatori dell’ultimo secolo. Il XX secolo è stato il secolo delle due guerre mondiali e dei totalitarismi: fascismi, comunismo e nazismo; quando si pensa alla figura di un dittatore subito tornano alla mente, nell’immaginario collettivo, i volti di Adolf Hitler o di Stalin, che sembrano aver monopolizzato l’archetipo del dittatore
Per un “nuovo” Diritto Naturale: Benedetto XVI al Bundestag

Per un “nuovo” Diritto Naturale: Benedetto XVI al Bundestag

Dottrine
Lo scorso 22 settembre, nella modernissima aula parlamentare del Bundestag tedesco, Benedetto XVI è tornato a parlare di Giustizia e Diritti umani in un discorso fatto di contenuti elevati e forme accessibilissime, in cui ha argutamente intrecciato concetti di Filosofia del Diritto, Scienza Politica, Teologia, Storia contemporanea. Il papa intellettuale dà il meglio di sé in queste occasioni, facendoci finalmente dimenticare le omelie decotte che provengono quotidianamente da troppi altari e restituendo il giusto smalto alla millenaria Tradizione della Chiesa. Da San Paolo a San Tommaso, il Cattolicesimo ha offerto alla Civiltà occidentale il meglio dei suoi intellettuali: un patrimonio oggi fin troppo snobbato e persino ignorato nell’odierna società relativista. Fa male vedere la Chiesa p