Tag: morte

La prima pandemia nel  “villaggio globale”

La prima pandemia nel “villaggio globale”

Attualità, Ultimissime
Fonte foto: ilsuperuovo.it Per la prima volta tutti gli abitanti del pianeta sono protagonisti consapevoli di un drammatico panshow mediatico-informatico. Se si pensa alla febbre spagnola, del 1919 con almeno 30 milioni di morti, e a tutte le epidemie precedenti.... beh! potremmo anche vivere questa pandemia senza modificare di molto le nostre esistenze. Come è sempre successo nel passato in casi analoghi: rassegnati ad una ignota volontà superiore. Diversamente oggi non è più possibile per tre motivi. Il primo motivo: non esiste più la credenza in una volontà superiore.  Secondo motivo: la Rete e le televisioni hanno ridotto il pianeta ad un "villaggio globale" dove tutti discutono di tutto, e le incessanti trasmissioni hanno spettacolarizzato il fenomeno pandemic
Tu Diego ….divinità pagana

Tu Diego ….divinità pagana

Attualità, Ultimissime
Foto pubblicata sul sito tgcom24 - Napoli quartieri Spagnoli - Tu Diego ….divinità pagana Genio Irriverente e trasgressivo Pur di anticipare Pelé te ne sei andato con uno scatto imprevedibile come un tuo dribbling! Tu Diego ….divinità pagana. Siamo attoniti e addolorati ma ci consola l'idea che la dea Eupalla, di breriana memoria, ti accoglierà con le sue ancelle: Gloria e Fama Eterna. Intanto Mozart ed Einstein ti avranno già invitato a far parte del club dei geni irriverenti e trasgressivi. Irriverente, trasgressivo, eccessivo. I tuoi eccessi li hai mostrati al mondo, alla luce del sole come divinità pagana che squarcia il velo della moralità ipocrita e bigotta e denuda i vizi di una umanità avida e incontinente. Tu, Diego, divinità pagana hai donato la vittoria
La morte ai tempi del Covid – 19

La morte ai tempi del Covid – 19

Attualità, Ultimissime
"immagine tratta dal film " Il settimo sigillo" (diretto da Ingmar Bergman, 1957)" Bene! Anche questa volta la nostra specie non si estinguerà! L’immunità di gregge, le terapie specifiche e, forse, un vaccino ci consentiranno di convivere anche con questa ultima pandemia. Certo, ci saranno altri contagiati ed altri decessi nei prossimi mesi ma la grande paura è alle spalle. Non è andata poi così male se confrontiamo questa ultima pandemia con la prima   pandemia influenzale del XX secolo che, nota col nome di spagnola, fra il 1918 ed il 1920, provocò circa 50 milioni di decessi. Ed allora, perché tanta agitazione? La spiegazione è semplice, dal 1920 ad oggi è avvenuto un cambiamento epocale: è cambiata la nostra percezione della morte. Ogni singolo individuo  non a
Ciao Luciano!!!

Ciao Luciano!!!

Attualità, Autori, Ultimissime
Foto: Luciano Pellicani Ciao Luciano! Nessun commiato... Sarai sempre presente con i tuoi insegnamenti e con il tuo esempio per un vecchio allievo, per le generazioni future, per tutti coloro che saranno disposti a lottare per la Giustizia e per la Libertà. tuo affezionato Ludovico Leggi l'ultimo lavoro di Luciano Pellicani
Le rivoluzioni : miti e realtà è il titolo dell’ultimo lavoro di Luciano Pellicani

Le rivoluzioni : miti e realtà è il titolo dell’ultimo lavoro di Luciano Pellicani

Letture, Ultimissime
Il volume, edito dalla Rubettino ( aprile 2019), presenta ben sette saggi che, dalla Riforma luterana ai totalitarismi del XX secolo, descrivono la genesi e la parabola storica della Grande Illusione palingenetica:  “la rivoluzione come potenza demiurgica capace di capovolgere il  mondo capovolto e di creare un regno di Dio senza Dio attraverso la purificazione della società borghese, corrotta e corruttrice”. La parabola storica non è ancora conclusa. Alle illusioni non si rinuncia mai del tutto … quali forme assumerà in futuro l’utopia o distopia escatologica? L’indagine condotta da Luciano Pellicani non fornisce risposte definitive a quest’ultima domanda ma sollecita dubbi e fornisce gli strumenti ermeneutici per la comprensione di un fenomeno che, forse, accompagner
Requiem per un Imperatore e tre imperi

Requiem per un Imperatore e tre imperi

SocioStoria
Che Vienna , nel  2016, centenario  della  morte  di  Francesco  Giuseppe ,abbia  dedicato  numerose  mostre  ed  esposizioni  allo  stesso  ed  alla  sua  epoca , cominciando  da  Schonbrunn , il  palazzo  dove  era  nato  il  18  agosto  1830  ed  era  mancato  la  sera  del  21  novembre  1916 , è   logico  ed  opportuno , trattandosi  dell’ Imperatore  che  vi  aveva  regnato  per  68  anni , dal  lontano  2  dicembre  1848 e che  vi  fu  sepolto  nella  Cripta  dei  Cappuccini , sepolcreto  degli  Asburgo  dal  1633 , il successivo  30  novembre , cripta  che  dette  il  titolo  ad  un  celebre  romanzo  storico  di  Joseph   Roth  ed  il    rituale  per  accedervi  fu  a  sua  volta  ricordato  da  Franz  Werfel  nel  suo  “Nel  crepuscolo  di  un  mondo”. Questo  ricordo ,  dover
La morte di Dio

La morte di Dio

SocioStoria
Ludovico Martello I totalitarismi del Novecento sono stati tentativi di reincantamento dell'Occidente disincantato dal processo di Modernizzazione. Alle radici del pensiero politico della Modernità L’uomo pazzo - si legge nella Gaia scienza - corse in mezzo a loro e fulminandoli con lo sguardo gridò : che ne è di Dio ? Io ve lo dirò. Noi l’abbiamo ucciso, io e voi, noi siamo i suoi assassini ! Ma come potemmo farlo ? Come potemmo bere il mare ? Chi ci diede la spugna per cancellare l’intero orizzonte ? Che facemmo sciogliendo la terra dal suo sole ? Dove va essa ora ? Dove andiamo noi, lontani da ogni sole ? Non continuiamo a precipitare : e indietro e dai lati in avanti ? C’è ancora un alto e un basso ? Non andiamo