Tag: midas

Sulla tomba di Bettino

Sulla tomba di Bettino

Ti R@cconto
  Il nostro sito intende ricordare la memoria di Bettino Craxi pubblicando il contributo redatto ad Hammamet dal nostro collaboratore Ludovico Martello   All’ingresso del piccolo cimitero, collocato a pochi passi fuori dalle mura della Medina di Hammamet, ci accoglie un uomo smilzo dai modi gentili ma non servili. Gli basta un attimo per incrociare i nostri sguardi impacciati e capire. << Siete italiani, –  dice sorridendoci – venite vi accompagno alla tomba di Craxi>>. In silenzio lo seguiamo. Pochi metri a destra, poi a sinistra. All’improvviso, dal verde della vegetazione compare il bianco marmoreo, candido e levigato del sepolcro. Sulla lapide verticale i dati anagrafici. Più in basso, in orizzontale, sulle pagine di un libro, fatto di dura pietra, leg
ANTONIO LANDOLFI: il socialista liberale che ci mancherà

ANTONIO LANDOLFI: il socialista liberale che ci mancherà

Attualità
Si è spento ad ottanta anni un protagonista della storia del socialismo liberale italiano** Non sono molti le figure che hanno lasciato un segno rigoroso, coerente ed esemplare nella storia del socialismo italiano come quella di Antonio Landolfi che ci ha lasciato ad ottanta anni. Arturo Labriola disse nel 1950 che i socialisti italiani “bordeggiavano tra la teologia politica e l’opportunismo pratico”, le due malattie che hanno confinato il Partito socialista nella minorità negli anni della Repubblica. Oggi possiamo dire che Landolfi è stato del tutto esente da quelle storiche malattie durante la sua lunga vita, vissuta coerentemente da militante e intellettuale politico. E’ perciò che lo si può considerare un “eretico” rispetto al corso prevalente del socialismo italiano organizzato, rag